Casa del Disco

Casa del Disco

Corso Mazzini 38
48018 Faenza (RA)
Trovaci su Google Maps

Orari di apertura

giovedì, venerdì e sabato
dalle 10.00 alle 13.00
e dalle 15.30 alle 19.30
oppure su appuntamento

Prodotti

Servizi

Iscrizione Newsletter Casa del Disco

Archivio newsletter

Veloce aggiornamento

Bienvenue, Benvegnù.
Fra le numerose novità, segnaliamo che oggi esce l’album molto atteso del cantautore milanese Paolo Benvegnù, “Hermann”, e l’esordio del ventiduenne inglese James Blake (forse “Limit to your love” l’avete sentita più di una volta), che ha messo d’accordo pubblico (per ora inglese) e critica (un bell’8 più o meno ovunque).
Ma cosa vi aspetta in consolle questa settimana? “Hermann” di Paolo Benvegnù, naturalmente, e “Blue Songs” del collettivo di musica electro-house newyorkese Hercules & Love Affair, che 2 anni fa uscì con quel tormentone chiamato “Blind”. Vi ricordiamo che i 2 CD della scorsa settimana - Cristina Donà e Finn Peters - hanno il 15% di sconto per tutta la settimana.

Sono arrivate nuove cuffie Urbanears e nuovi zaini Fjall Raven, sia il Classic Kanken che il nuovo Kanken Mini.

Stasera a Castel Bolognese suonano i nostri tre beniamini di casa: Paggio, Savorani & Trerè Trio. Voci, cori, chitarra elettrica, basso, percussioni, per versioni che non avete mai sentito prima di Karma Police (Radiohead), Manic Depression (Hendrix), Jimmy Jazz (Clash), Human Behaviour (Bjork) e molte altre. Al Teatrino del Vecchio Mercato (ingresso dietro la Biblioteca di Castello in via rondanini, 19), alle ore 21, ingresso gratuito.

Saluti Rockamboleschi!

Livia e Serena

ps. martedì prossimo sveliamo tutto il calendario dei concerti in vetrina.

Scosse acustiche

Piccole soddisfazioni le abbiamo anche noi: Esperanza Spalding ha vinto il Grammy 2011 come Best New Artist e The Suburbs degli Arcade Fire è il Best Album. Erano i nostri suggerimenti sul Cacofonico di ottobre. Domani arriva il nuovo album dei Mogwai, ma soprattutto “Let England Shake” di PJ Harvey (su Vitaminic una bella introduzione), da domani mattina in vetrina, nella H e nel nostro lettore, in questi giorni occupato full time dal CD degli Akron Family. Così, per dire che ciò che andrà in onda da stasera su Rai1 ci interessa poco e niente. Uno dei due dischi che abbiamo scelto questa settimana è proprio di un’artista che dal palco dell’Ariston pare sia stata esclusa. Cristina Donà (CD1). Insieme a uno scienziato-jazzista inglese, Finn Peters (CD2).

[Ogni settimana scegliamo due album: uno italiano, uno straniero. I due CD saranno tutto il giorno - dalle 10 alle 19 - ospiti del doppio lettore con cuffia che vi aspetta in fondo al negozio. Senza alcun impegno. Per ascoltare qualcosa, se non sapete bene cosa. Per assaggiare suoni nuovi, se siete coraggiosi abbastanza. Quegli stessi due CD, la settimana successiva, costano il 15% in meno, al primo che vorrà portarli con sé.]

I dischi di questa settimana - da martedì 15 febbraio a lunedì 21 febbraio - sono:

Cristina Donà “Torno a Casa a Piedi”
“Sono diventata mamma” - dice Cristina in un’intervista. Per me musicalmente lo era già dal penultimo album. Penso che con “Torno a casa a piedi” sia più chiaro che mai che Cristina Donà sia la musica leggera italiana che ci meriteremmo. Quella della radio, dei grandi successi, degli stadi, e dei concerti in tv. Ed è quella che puntualmente a Sanremo escludono.
“Se solo fosse nata in Inghilterra” dice Silvia Boschero di Radio2. Oggi, già. Perché ieri Battisti e Lucio Dalla facevano dei gran dischi, e pure Paolo Conte e Ivano Fossati. E Cristina non sarebbe da meno, con quel suo modo solo suo di comporre una melodia in grado di firmare canzoni singolari: melodie regolari ma non troppo, prevedibili ma mai del tutto, a cui sono appesi testi un po’ poetici e un po’ ironici. Si parla tanto degli arrangiamenti di questo album, fiati, archi, campanelli, tutto molto calibrato e mai urlato, poco sbarazzino. Bello, ma non alziamo troppo i volumi che Cristina non deve svegliare il suo “bimbo dal sonno leggero”.
La recensione, il video.

Finn Peters “Music Of the Mind”
Oltre a un album di jazz d’avanguardia, un esperimento scientifico. Il premiato sassofonista e flautista inglese (già con Matthew Herbert, Dizzie Rascal, Herbaliser, London Sinfonietta) prosegue le ricerche nelle neuroscienze e si lascia ispirare dai progetti pionieristici del Dottor Mick Grierson (Goldsmith University). “Music of the Mind” è stato interamente concepito utilizzando la tecnologia d’avanguardia Brain Computer Interface unita ad un software (appositamente scritto dal computer guru Matthew Yee King) che permette ai musicisti di “pensare la musica nel suo prodursi”. Letteralmente: idee uguale suoni, in tempo reale. Peters e i suoi musicisti in abiti da laboratorio controllano gli strumenti utilizzando la tecnologia che legge le onde cerebrali. Così, insieme alla Spatial AKA Orchestra, una band ispirata a Sun Ra e Alice Coltrane guidata dall’ex Specials Jerry Dammers, nascono nuove composizioni tra turbolenze elettroniche, jazz sperimentale e jazz blues. Per chi ascolta la ECM e vorrebbe un pizzico in più di modernità, per chi ha amato i Portico Quartet, per chi ascolta Brian Eno e lo vorrebbe più jazzy, per quelli che amano le nuove avanguardie, per quelli che pensano che la musica debba sempre evolvere. “Music of the Mind” fa un passo avanti sia nel campo della scienza che in quello della performance musicale aprendo le porte ad un nuovo mondo di possibilità compositive.
La recensione in inglese, il video in inglese.

Cosa ti aspetta in consolle? Novità

Una volta tanto, una newsletter che ci riguarda interamente. L’idea è questa. Ogni settimana scegliamo due album: uno italiano, uno straniero. Uno un po’ strano e poco conosciuto, l’altro più pop e chiacchierato. Esempio: i Father Murphy e Wanda Jackson. Oppure: Brunori Sas e Caribou. E così via. I due CD saranno ospiti tutto il giorno - dalle 10 alle 19 - del doppio lettore con cuffia che vi aspetta in fondo al negozio. Senza alcun impegno. Per ascoltare qualcosa, se non sapete bene cosa. Per assaggiare suoni nuovi, se siete coraggiosi abbastanza. Per passare la pausa pranzo, anche in compagnia di Gagarin e del Cacofonico.

Quegli stessi due CD, la settimana successiva, costano il 15% in meno, al primo che vorrà portarli con sé.

I dischi di questa settimana - da martedì 8 febbraio a lunedì 14 febbraio sono:

Joan As a Police Woman “The Deep Field”
Inizia come violinista di Antony & the Johnsons e musicista per Lou Reed, Nick Cave e altri, Joan Wasser inizia la carriera solista nel 2006 con un album di debutto bellissimo “Real Life” e un secondo album “To Survive”. Oggi, a 40 anni, arriva il terzo lavoro, più allegro, corale e composito negli arrangiamenti. 10 canzoni dai ritornelli sexy e facili da memorizzare, ma allo stesso tempo intime e preziose. La voce ammiccante di Joan ci racconta storie (a volte un po’ Joni Mitchell, un po’ Cat Power) su un suono molto soul e rhythm’n’blues, fra il folk e il funky (5 bassisti, 3 voci, chitarre, fiati, archi, organo, tastiera, batteria). Ps. Gossip: è stata la fidanzata di Jeff Buckley (!!!).
La recensione, il video “the Magic”.

24 Grana “La Stessa Barca”
La band napoletana si riaffaccia sul mercato discografico con un lavoro registrato totalmente in analogico e in presa diretta nel mese di agosto 2010 presso gli studi di Chicago di Steve Albini (Nirvana, Pixies, PJ Harvey, Robert Plant, The Stooges, etc.) Un disco “senza fronzoli”, in cui è valorizzato al massimo, senza ausilio di “effetti speciali” di alcun tipo, il personalissimo sound della band, che contamina, in maniera eclettica e sempre sorprendente, influenze disparate: dalla new wave al dub, dal folk più classico e vicino alla tradizione all’immediatezza del rock’n’roll e del post-punk.
La recensione, il video “Ombre”


Novità pop-rock-indie internazionale:
The Lilies - We are the Lilies
Cold War Kids - Mine is Yours
Oh No Oh My - People Problems
Azure Ray - Drawing down the moon
Radio Dept - Singles 2005-2011
Stranded Horse - Humbling Tides
Chris Brokaw / Geoff Farina - The Boarder’s door
Iron & Wine - Kiss Each Other Clean
The GO! Team - Rolling Blackouts
La Blanche Alchimie - Galactic Boredom (il debutto della figlia di Ludovico Einaudi)
Decemberists - The King is Dead

Ritorni importanti:
Marianne Faithfull - Horses and High Heels
Wire - Red Barked Tree
Social Distorition - Hard Times & Nursery Rhyms
Wanda Jackson - The Party Ain’t Over (prodotto e arrangiato da Jack White… che si è appena sciolto da Meg, no more White Stripes)
Faust - Something Dirty
Steve Wynn / Miracle - Northern Aggression

Rientro di Gregg Allman, Tame Impala, Anna Calvi, e altre novità.
Di nuovo disponibile la discografia di Bright Eyes e Two Gallants.

In uscita:
Akron Family - Cosmic Birth and Journey of Shinju Tnt,
Sic Alps - Napa Asylum
Monotonix - Not Yet
Telekinesis - 12 Desperate Straight Lines

Novità Elettronica e Compilation
Hercules & Love Affair - Blue Songs
Fabric 55 Shackleton
AAVV -** Werkschau** (B.Pitch Control, inediti compilati da Ellen Allien)
Discharge - Disco Fever USA
Hed Kandi 106 Twisted Disco
rientro di Flying Lotus, Gonjasufi, Caribou, Pantha du Prince e molti altri.

Novità Jazz:
Corea/Clarke/White - Forever
Paolo Fresu/ A Filetta Corsican Voices - Mistico Mediterraneo
Colin Vallon Trio - RRuga
Roscoe Mitchell - The Note Factory
Trygve Seim/Andreas Utnem - Purcor
Cryminology - Saburi
Charles Lloyd Quartet - Mirror
Rientro di Jan Garbarek (Officium Novum), Esperanza Spalding e Mario Brunello di nuovo disponibili

Più venduti: musica italiana!
Verdena - Wow
Jovanotti - Ora
Gianna Nannini - Io e Te

Saluti Rockamboleschi!

In confidenza

E’ stato un anno di belle canzoni. Quello che segue è una confidenza, sono le canzoni uscite quest’anno che sono riuscite a portarsi addosso un momento della mia vita, segnarlo, viverlo, qualificarlo. Per me sono canzoni bellissime, anche i 30 secondi dei Books e la stravaganza dei Chap. Ognuno avrà le sue 14 canzoni da caricare nel bagagliaio, queste sono le mie, e giungono appese all’augurio sincero della Casa del disco di tante buonissime cose per l’anno a venire, domani.

Buonanotte, e ancora tante buonissime cose.

Menù di Natale e Liscio a Palazzo

Tranquilli, è l’ultima newsletter dell’anno: il periodo natalizio è ufficialmente iniziato e la Casa del disco deve abbandonare le frivolezze dei concerti in vetrina e del web per concentrarsi sull’assortimento in negozio e sul migliore servizio che possiamo offrirvi.

Il nostro Menù di Natale propone:

  • 5 Chicche natalizie: i 5 migliori album degli ultimi anni sul tema del Natale, secondo noi (vedi articolo sul sito)

  • 10 idee regalo: oltre ai CD e agli LP abbiamo molto altro, scopri alcune idee regalo con Prince il fotomodello (vedi articolo sul sito)

  • L’annuale Pesca di Natale: pesca un maccherone per ogni acquisto: se c’è scritto “hai vinto” un cd a sorpresa in regalo.

  • Novità: la CARTA DEL DISCO! La carta fedeltà della Casa del Disco offre ai clienti over 30 lo sconto Carta Giovani (6%) su tutti i prodotti. Costa €3 e vale tutto l’anno 2011. E’ stata disegnata da Anna Zylicz, l’infaticabile fatina che sta dietro alla grafica istituzionale del negozio, ed è una variazione sul tema del logo. Che ora non svelo.

  • Il negozio resta aperto tutti i giorni inclusa la domenica. per info: 0546-668194.

A voi tutti: i migliori auguri di un Natale Rockambolesco!!!


Eventi e Collaborazioni:

Esperimento: metti il concerto dell’orchestra Castellina-Pasi con la chitarra di Antonio Gramentieri, la storia del liscio vista dal regista Andrea Pedna, più uno storico del rock come Luigi Bertaccini a confronto con le edizioni Galletti-Boston. Mettici anche il Bar Balera curato dal Clandestino e pure le foto sul folk romagnolo di Blisterzine. Stasera viene fuori un meticcio curioso per nonni, ballerini e nipoti. Nella Sala Consiliare e delle Bandiere del Comune di Faenza alle 21, a ingresso gratuito, LISCO A PALAZZO, l’evento straordinario per la presentazione del DVD “Roberto Giraldi - Castellina La fisarmonica col cuore” (regia di Andrea “Depa” Pedna, Edizioni Galletti-Boston). Questo è l’invito. Vi aspettiamo!


Il giorno di Natale, sabato 25 dicembre, l’associazione +A! di 37 architetti di Faenza si presenta alla città con la festa NEU Nuove Edizioni Urbane dalle 23 nella nuova ala del Museo Internazionale delle Ceramiche (Ingresso angolo tra viale Baccarini e via Nuova - Palazzina liberty dell’ex ebanisteria Casalini). La festa è l’occasione per presentare la prima guida tascabile di architettura contemporanea nel territorio di Faenza. ARCHITETTURE Faenza 2011 - Itinerari contemporanei (Edit Faenza) è una selezione di spazi nuovi e da riscoprire che costruisce un itinerario urbano nella bellezza quotidiana della città. Moderna, attiva, fruibile ma anche sorprendente. Costa €8 ed è in vendita anche presso di noi.
La festa NEU sarà un dedalo di allestimenti, video-performance, light design, white drinks, dj set in 3 ambienti: architechno, archirave e lounge interior.
Dress code: white/bianco. In collaborazione con +A!, MIC Fondazione, DO.


Continua la collaborazione con Nobodaddy, la rassegna di teatro contemporaneo del Teatro Rasi di Ravenna: consultare il programma.

INVITO: stasera partecipate al Funny Game

A FUNNY GAME
Incontricontemporanei

Martedì 30 novembre alle ore 21.30 presso il Clandestino viale Baccarini, 21 a Faenza il terzo degli appuntamenti di Incontricontemporane del Funny Game

(3) Giovani: espressioni contemporanee approfondimenti e riflessioni su desideri e passioni, su come affrontare le sfide a cui la società contemporanea ci obbligherà in futuro e su quali visioni innovative possiamo fare affidamento; come arte e creatività possono aiutare ad esprimerci, e come il confronto può aiutare a crescere (possibilità di apprendere e intraprendere, sviluppo e opportunità per visioni contemporanee, come fare impresa e fare sistema, lavoro e innovazione).

Si parlerà di giovani e dei rapporti con la città, il lavoro, il tempo libero, si vuole aprire un dialogo su una comune visione del futuro e di come la contemporaneità può aiutare ad affrontare le terribili sfide che ci attendono. Incontricontemporanei con il confronto delle opinioni vuole contribuire ad arricchire il dibattito pubblico sui temi attuali e recuperare l’abitudine delle persone a relazionarsi sui temi concreti della propria comunità:
è indispensabile esternare la nostra opinione, vogliamo valorizzare le nostre idee.
Siete tutti invitati a partecipare come già avete fatto in tanti agli incontri precedenti.

Programma completo
- Martedì 19 Ottobre; (1) Cultura Contemporanea ore 21.30 Clandestino/Angusto viale Baccarini 21, Faenza
- Giovedì 21 Ottobre; sfilata moda Fabric Division presenta la nuova collezione ore 21.00 Museo Carlo Zauli via della Croce 4, Faenza
- Venerdì 05 Novembre; concerto New Music Japanese Festival ore 22.00 Mic viale Baccarini 19, Faenza
exibition inaugurazione Little boy – Fat man ore 18.30 miagalleria via Torricelli 7, Faenza
- Sabato 06 Novembre; concerto -10 ore 24.00 Clandestino viale Baccarini 21, Faenza
- Lunedì 08 Novembre; concerto Donovan Mixon quartet ore 22.00 Zingarò jazz club via Campidori 11, Faenza
- Martedì 09 Novembre; (2) La Città Contemporanea ore 21.30 Clandestino/Angusto viale Baccarini 21, Faenza
- Martedì 30 Novembre; (3) Giovani; espressioni contemporanee
ore 21.30 Clandestino/Angusto viale Baccarini 21, Faenza - Martedì 14 Dicembre; (4) Politiche culturali contemporanee
ore 21.30 Clandestino/Angusto viale Baccarini 21, Faenza

Promotori:
Morena Andalò, Luigi Cicognani, Donato D’Antonio, Livia Fagnocchi, Rossano Salvaterra, Matteo Zauli

l'ultimo appuntamento di Scartabella, l'inizio del PHON, novità e nuovi LP

Stasera alle 19 si conclude la rassegna Scartabella con il fumettista bolognese Davide La Rosa. Cadranno strisce dappertutto per intrattenervi con un concentrato di comicità/satira fatta con disegni bruttissimi e collage. Dall’agosto del 2005 Davide La Rosa pubblica una striscia al giorno sul suo blog e in 5 anni di “lavoro” diventa un punto di vista alternativo sui fatti di cronaca, politica e la cultura pop televisiva. Protagonista delle sue strisce è DIO!, un triangolo con un occhio che chiacchiera con i personaggi dello spettacolo, della politica e della cultura. Ironico, paradossale e dissacrante. Un Dio ingenuo, cinico e spregiudicato che non le manda a dire neanche a Bruce Willis e a Ratzinger, figurarsi ai Beatles, a Michael Jackson, a Mengacci o Berlusconi. Il Buddha è un caro amico, invece.
Nella realtà Davide La Rosa chiacchiera sul serio anche con Roberto Giacobbo di Voyager, che l’ha invitato in studio per illustrare le sue avventure nei luoghi del mistero . Casini Editore ha raccolto le migliori storie del fumettista lo-fi di Bologna in un libro, dal titolo “Dio”.
Venerdì alla Casa del Disco Davide La Rosa disegnerà dal vivo ispirato ed esasperato da due musicisti tanto segreti quanto bravissimi :)


Novità di questa settimana:
Negramaro “Casa 69”(disponibile anche in vinile bianco e nella deluxe 2CD+DVD)
Renato Zero “Segreto Amore”
Dalla/De Gregori “Work in progress”
Carmen Consoli “Per Niente Stanca”
Baustelle - ristampa del primo premiato e amato album “Il Sussidiario illustrato della giovinezza”
Le luci della Centrale Elettrica “Per ora noi la chiameremo felicità” (disponibile anche il primo album)
AA.VV La leva cantautorale degli anni Zero

Norah Jones “…Featuring Norah Jones”
Cassandra Wilson “Silver Pony”
Black Dub “Black Dub” (nuovo progetto del produttore Daniel Lanois)
Simone Guiducci “Django new directions”
Shannon Wright “Secret Blood”
Bruce Springsteen “The Promise”: bellissimo 2CD di inediti del periodo (1976-78) di “Darkness on the Edge of Town” ”Darkness era il mio disco samurai”, scrive Springsteen. “Ridotto all’osso e pronto a rombare. Ma la musica che non avevo inserito nell’album è fondamentale”.
Leo Zero “Disconnect” (nuova uscita Strut Records)
Bryan Adams “Bare Bones”
Rihanna “Loud”
Stereolab “Not music”
(continuano le novità a prezzi sotto-listino, es. Paolo Conte, Jamiroquai, NERD, Santana, Phil Collins, Neil Young, Ray Davies, Elton John & Leon Russen, Robbie WIlliams, Shakira, Antony & the Johnsons, Kings of Leon, etc.)

OST Una vita tranquilla (di Teo Teardo feat. Blixa Bargeld degli Einsturzende Neubauten)
AA.VV Chiambretti Show vol.2
AA.VV Milano Fashion 9
AA.VV Maison Burlesque
AA.VV Café del Mar 30
AA.VV Hot Party Winter

Poi ci sono i Mogwai per la prima volta in offerta a 10€, continuano le offerte rock a €9,90/10,90, ma la vera novità è che sono arrivati tantissimi ma dico tantissimi (800) LP usati a partire da 8€ (rock alternativo ‘80-‘90, drum’n’bass/elettronica/trip hop anni ‘90). Di certo dimentico qualcosa, ma fa lo stesso.


La fine di Scartabella, l’inizio del PHON Circuito di produzioni musicali contemporanee, sabato e domenica prossimi durante il Mei.
Il Phon si terrà allo Studio Samoré (vicolo delle Vergini a Faenza) e avrà come punti satellite la Casa del disco, il Clandestino e miagalleria. Tutte le informazioni sul progetto, il programma dei concerti e le etichette aderenti sono qui: http://phonfaenza.wordpress.com/
Dato che il Phon è interamente autofinanziato e basato su un dare un ricevere (evviva il baratto!), offriamo ospitalità a tutti i partecipanti, che siano artisti, musicisti e imprenditori musicali.
Le adesioni sono però aumentate rispetto alle aspettative e abbiamo almeno 30 persone, forse qualcuna in più. Stando stretti noi 4 organizzatori possiamo ospitarne una ventina massimo, ma ci restano 10 senzatetto per sabato notte. Se qualcuno di voi è un couchsurfer o può offrire un divano, un materasso o un letto per una notte, allarghiamo il cerchio delle amicizie e ci divertiamo ancora di più.
Se vi va fate sapere.

Saluti rockamboleschi!

Un appuntamento al buio e... due scatole di novità

Ho appena letto una cosa che ad un certo punto dice:

Ma la gente mi piace, lo ripeto. E come tutti ho il mio posto speciale. O un insieme di posti speciali in cui cerco rifugio quando ho bisogno di osservare le vite degli altri. Posti a cui appartenere, senza aver bisogno di appartenenza.
I negozi di dischi, ovviamente, sono e sono stati fondamentali nel mio percorso di ascoltatore/appassionato di musica, ma è dal punto di vista umano che mi hanno insegnato cose che il tempo fatica a cancellare. E non parlo solo di grandi incontri, del tipo che ti cambia la vita e segna un percorso: parlo proprio di piccoli incroci con sguardi insignificanti al di là di quel momento, ma centrali e importanti anche solo per un istante. (…)

L’ha scritto Emiliano Colasanti sul suo blog, Stereogram, e parla di “collezionare persone”, che è un’idea che mi piace molto, in quel senso lì. L’articolo completo. La cosa buffa è che soltanto alla fine ci si rende conto che si tratta dell’introduzione molto personale ad un libro sui negozi di dischi appena uscito per Castelvecchi Editore. Lo avrò.

A proposito di persone strane, ricordo che oggi è in giro per Faenza la Figa Lessa Standard di Cesena, pronta/o a sgamare ogni traccia di “lessitudine” che è in noi. Presentiamoci tutte stasera alle 19 con leggings, Rayban e ballerine. Anche se farà già buio e un freddo cane. Che lesse siamo sennò?! Stasera alle 19 abbiamo un appuntamento al buio con la Lessa Standard che presenterà il suo libro per la rassegna Scartabella.

L’evento di domenica scorsa con la fotografa Lisa Santarelli è stato al contrario molto intimo e a carte scoperte: alcune foto della serata sono sulla pagina Flickr, questo è il suo libro, e questo il suo sito.

Gli avvisi si concludono con altre 2 segnalazioni. Stasera dalle 17 alle 21, presso la Galleria Comunale d’Arte Molinella, inaugura “Enologica racconta…Faenza”, mostra curata da Enologica sul territorio di Faenza, a cui partecipa anche Galletti-Boston con fotografie storiche del fisarmonicista Castellina, su cui il regista Andrea Pedna ha da poco ultimato un documentario (in uscita il 10 dicembre). Sempre stasera, al Clandestino suona il buon faentino Dulcamara, mentre sui colli di Forlì (all’Area Sismica) si festeggia il nostro mensile preferito, Gagarin.


Novità della settimana

Novità a prezzi sotto-listino:
Paolo Conte - Nelson € 16,90, Jamiroquai - Rock Dust till Light Star €17,90, NERD - Nothing €17,90, James Blunt - Some Kind of Trouble €17,90, Santana - Guitar Heaven €17,90, Phil Collins - Going Back € 16,90, Neil Young - Le Noise € 17,90, Ray Davies (dei Kinks) - See my friends € 16,90, Elton John & Leon Russell - Union € 17,90, Jerry Lee Lewis - Mean Old Man €16,90, Ne-yo - Libra Scale €17,90, altri.

Badly Drown Boy - It’s what I’m thinking, The Young Gods - Everybody knows, Johnny Cash - Personal Life, Gonzales - Solo Piano, Electric Wizard - Black Masses, Depeche Mode - Tour of the Universe, DJ Kicks Apparat, Stereolab - Not Music, ristampe remastered di Jimi Hendrix (The Blues, Live at Woodstock, West Coast Settle) e del primo album di James Taylor, altri.

Musica italiana indipendente (max €14,90)
Le Luci della Centrale Elettrica - Per ora noi la chiameremo felicità, Beatrice Antolini - Bioy, Massimo Volume - Cattive abitudini, Non Voglio Che Clara - Dei Cani, AA.VV - Leva Cantautorale degli Anni Zero (2CD), Zeus - Zeus!, Bachi da Pietra - Quarzo, DJ Fede “Original Underground Flavour”, altri.

Chicca:
La prossima settimana, il 16 novembre, torna il Boss Bruce Springsteen: sul sito di NPR si può ascoltare in anteprima “The Promise (The Lost Sessions: Darkness on the Edge of Town)”. Un album che esce in numerose versioni con CD e DVD (o Blueray).

Saluti rockamboleschi!

Due passi due, in centro

Questa settimana dovevamo fare solo le negozianti, invece no. Stasera ci spostiamo grazie al Clandestino dentro al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza per il Japanese New Music Festival 2010, un concerto di tre mitici musicisti giapponesi (Ruins e Acid Mothers Temple) che in formazioni diverse propongono 7 sketch da 15 minuti di improvvisazione jazz e noise, tecnicismi esasperati, performance poliritmiche e vocalità eccentriche. Come dice Morena, “ci porteranno in un abisso di ammirazione ed euforica ironia”. Tutto questo stasera alle 21:30 gratis al MIC (ingresso principale su Viale Baccarini). In allegato il programma completo della tre giorni di Giappone. PS. il programma Battiti su Radio3 lo sta giustappunto segnalando.

Domenica (7 novembre) c’è la Festa di San Rocco tutt’attorno a via Cavour e giù per via Santa Maria dell’Angelo. I negozi del centro sono aperti, noi pure, e abbiamo colto al volo l’opportunità di commuoverci. Alle 18 Lisa Santarelli ci presenta il compimento del suo lavoro fotografico che dura da almeno 10 anni. “A due passi da me, Piangipane” (Danilo Montanari Editore) è il meraviglioso libro di testi e fotografie con il quale Lisa riesce a mettere in forma visiva e cartacea la distanza che la separa dalla sua famiglia (fra Berlino e Piangipane) e così in qualche modo l’accorcia. Ed è proprio attraverso l’elegante intimità di questo lavoro che Lisa dà un aspetto ai sentimenti e legami profondi che ci accomunano, giovani e meno, in una continua tensione fra la casa e il resto del mondo. Domenica alle 18 leggiamo estratti dal suo libro e la incontriamo, per capire l’effetto che fa stare a due passi da lei.
In allegato la copertina del libro, una presentazione più tecnica e una più descrittiva (N.B l’intervento di Luigi Bertaccini).

Novità di questa settimana:
Zucchero - Chocabeck, Battiato - Povera Patria (best e rarità), Renato Zero (ristampe 2CD di Tregua, Artide Antartide, Via Tagliamento 1965/1970, Prometeo), Milva - Non conosco nessun Patrizio (10 canzoni di Franco Battiato), Jamiroquai - Rock dust light Star, N.E.R.D - Nothing, ASA - Beautiful Imperfection, Imelda May - Mayhem, Ray Davies - See my friends, Brian Eno (con Jon Hopkins e Leo Abrahams) - Small craft of a milk sea, Elvis Costello - National Ransom, Pink Martini, Charlie Haden - Sophisticated Ladies, etc.
Continuano le offerte su cd rock e indie a 10€, elettronica da 10 a 13€, LP a partire da 3€ e 5€.

Segnalazioni
E’ appena arrivato il Cacofonico di Novembre e ci sono anche le nostre recensioni. Quelle dei mesi passati potete leggerle sul sito come Caco-recensioni.

Sabato scorso è stato presentato il calendario di Nobodaddy, la rassegna di teatro di ricerca del Teatro Rasi di Ravenna. Fra la corposa proposta, per chi pratica musica e/o teatro suggeriamo di dare un’occhiata al laboratorio sulla voce e la composizione “DISOLAVOCE” tenuto da Enzo e Lorenzo Mancuso sabato 13 e domenica 14 novembre a Lido Adriano. Per iscriversi si può scaricare la scheda e inviarla via mail a organizzazione@ravennateatro.com o via fax al n.0544.33303

Spinoza, novità e pensieri su un sottofondo elettronico

Prosegue la rassegna Scartabella: questa sera (venerdì 29) alle 19, Stefano Andreoli ed Emanuele Vannini di Spinoza parleranno di satira, attualità e informazione: per garantire il contraddittorio sarà presente un cartonato di Daniele Capezzone. Sembra che saremo in tanti e che farà un freddo cane, quindi vestitevi a cipolla, che dentro ci sarà da stare stretti.

[pensieri sparsi sul libro di spinoza] mi chiedevo se avesse senso pubblicare il libro di Spinoza.it. le battute sono online e sono legate alle notizie di attualità, noi-oggi-qui, punto. e così come ci dimentichiamo delle notizie “noi-oggi-qui, punto”, allo stesso modo le battute sulle notizie si consumano come i pandistelle al cioccolato. ma ora che l’ho letto so perché il libro è stato pubblicato.
perché questo libro serissimo è una rappresentazione breve e divertente del brodo in cui stiamo vivendo sul finire di questo primo decennio. e di come lo stiamo vivendo, alla svelta. Spinoza ti fa perdere poco tempo, è breve. E la brevità è anch’essa un modus di questi anni, dove alle zuppone così lunghe si preferisce comunicare con brevi messaggi di stato figli di facebook e twitter. Però un conto è essere brevi e dire niente, e un conto è essere brevi e dire tanto. O essere brevi e far intendere tanto. La raccolta di battute riesce a fare una foto a questa “nostra società”, ce la mostra, ci fa ridere, ci ricorda le critiche e i vari talkshow sbavosi e tutto quanto. La satira offre il succo della notizia e con il guizzo intuitivo lo collega tacitamente ad altre notizie o a un’idea diffusa, a un luogo comune, a un modo di dire, a tante cose che sappiamo ma non sappiamo di sapere tutti (noi italiani). Allora le battute riflettono quello che i giornali scrivono (o quello che i politici vogliono che i giornali scrivano) e anche quello che pensa la gente comune, perché Spinoza è fatto da un mucchio di gente comune. Spinoza è un filtro fra loro e noi. E’ per questo che a me Spinoza fa l’effetto opposto di Gaber. Mi dà una ragione per sentirmi un po’ più italiana
. [livia]


E’ arrivato un bastimento carico di… musica elettronica, downtempo, nusoul, world (firmati !K7, Strut, Rapster, BBE). Prezzi al ribasso, dagli 11,90 ai 14,90 (euro).


Alcune nuove di musica leggera italiana e straniera:
Brian Ferry (Olympia), Elton John e Leon Russell (The union), Era (Classics II), Tiromancino (Essenziale), Neri per caso (Donne), Nomadi (Raccontiraccolti), Modà (Le origini), Baglioni (Per il mondo world tour), Cristiano De André (Sacramante/Un giorno nuovo), Malika Ayane (Grovigli deluxe), Taylor Swift (Speak Now), Gabry Ponte, Groove 80, Big Smile compilation.


Amici e collaborazioni:
Un plauso ad Andrea Pedna, a Marco Tassinari e a tutto lo staff faentino del film “In apnea”. Mercoledì sera il Cinema Sarti non è mai stato così pieno e attento. Un esperimento più che riuscito, che va di pari passo con la sonorizzazione dal vivo dei Junk Food del film DEMENTIA di John Parker (ieri sera sempre al Cinema Sarti).

Domani, sabato 30 inaugura la già mitica Bottega Bertaccini: mitica per coraggio, entusiasmo e idee! La Bottega Bertaccini è: libri locali e di Romagna, di ceramica e di arte, libri esauriti e rari, vecchi antichi, una galleria d’arte, un luogo di incontro, un angolo per il caffé, un porticato di concerti, e un cortile signorile da chiacchiera notturna (più o meno edificante). Sabato dalle 17 in avanti suonano gli HistriX per presentare il cd “Nell’anima”, inaugura la mostra “Nell’anima” di Cesare Reggiani, insieme a installazioni ceramiche di Antonella Ravagli e Silvia Zotta. vedi foto allegata per credere.

Sempre stasera e domani sera al Bronson a Ravenna ci sono due concerti spettacolari: Jonathan Richman dei Modern Lovers (stasera) e i Balmorhea (sabato). Sempre stasera alle 19 Lisa Santarelli presenta il suo primo libro “A due passi da me” al Teatro Socjale di Piangipane, in bocca al lupo!
Domenica sera, invece, per Halloween, il Clandestino fa una festa di quelle “da vergognarsi il giorno dopo” (cit.Dispenser), il LOST VEGAS PARTY! 4 intrattenimenti dalle origini del cabaret americano con ammiccamenti circensi, l’abilità delle ginnaste, il duo vanello mondaini in versione contemporanea, e l’ucella dorata che mimerà un acrobatico burlesque spiumazzando dalle travi, sulle tracce di ricercatissimi tunes del collezionista insaziabile Terry. Coca cola per una notte.

ps. per tutti i fan dei Baustelle: il 16 di novembre esce la ristampa del loro 1° introvabile album, “Il sussidiario illustrato della giovinezza”! :) hehehe

psss. per la cronaca: DOMENICA POMERIGGIO IL NEGOZIO è APERTO DALLE 15:30 ALLE 19:30!