Casa del Disco

Casa del Disco

Corso Mazzini 38
48018 Faenza (RA)
Trovaci su Google Maps

Orari di apertura

giovedì, venerdì e sabato
dalle 10.00 alle 13.00
e dalle 15.30 alle 19.30
oppure su appuntamento

Prodotti

Servizi

Eventi

i concerti e gli eventi organizzati dal negozio

Gianluca Morozzi e il compleanno di Dylan: sabato alle 18

[prefazione] Bob Dylan, Nina Simone e Jack Black sono i nostri santi, i nostri eroi, i nostri boh, una trinità romantica e rockambolesca che ci ispira e motiva. 24 maggio, 21 febbraio, 28 agosto. Ogni anno per il compleanno di Bob Dylan ospitiamo il concerto del bluesboy “punto dalla zanzara del Mississippi” Marco Liverani, che quest’anno però ha scelto altri lidi più nordici. Lo scorso 24 maggio però, lo stesso giorno del 70° compleanno di mr. Zimmerman, Castelvecchi Editore ha dato alle stampe un libro dal titolo Bob Dylan spiegato a una fan di Madonna e dei Queen scritto da Gianluca Morozzi, il “vero vecchio bolognese” (cit.), noto scrittore di 38 anni.

[notizia] Sabato 2 luglio alle 18 festeggiamo i 70 anni di Bob con la presentazione di questo libro: Gianluca Morozzi suona la chitarra accompagnato da un amico lettore (Alberto Petrelli) e da un amico cantante (Enrico “Slade” Petrelli), noi donne fans di Bob Dylan prepariamo le domande.
E’ possibile che per l’occasione si presentino alcuni ospiti (tra cui una giapponese all’ukulele e un giornalista alla chitarra), noi (e voi) li aspettiamo con un bel po’ di vino.

segnalazione: Mysticase, nuova musica romagnola

A chi segue la musica italiana e a chi piace anticipare i cantautori di domani: MYSTICASE FESTIVAL, 3 giorni a Cesena di nuova musica romagnola. Suonano molti amici e già protagonisti di concerti in vetrina, Simona Gretchen, i Granturismo, Enrico Farnedi, Heike Has the Giggles, e molti altri. A questo link c’è una introduzione appassionata e appassionante scritta dalla penna di Luigi Bertaccini che il Mysticase l’ha ideato.
PS: domenica 26 c’è l’anticipazione del nostro amato festival itinerante Strade Blu con il concerto di Hugo Race and the Fatalists.

scambio di vetrine per Motel Lucie

Grazie all’invito del Museo Carlo Zauli la banda di giovani artisti milanesi Motel Lucie è arrivata in città e sta lavorando per scombinare le carte in tavola, evviva! Scambiare vetrine dei negozi, far suonare insieme musicisti sconosciuti, chiedere ai bambini di far da guida nei posti preferiti di Faenza, etc. Noi partecipiamo allo scambio di vetrine: i nostri LP nell’edicola sotto la torre, le meringhe della Pasticceria Mamma Meringa e Caffetteria (Bar Tazza D’Oro in Piazza S.Francesco) nella nostra vetrina, i giornali dell’edicola nelle finestre di Biba Boutique, e via discorrendo. Una decina di negozi hanno partecipato all’idea, “trova l’intruso”.

PS: In occasione del Festival dell’Arte Contemporanea questo weekend a Faenza, stasera inaugura TESCO con 3 concerti in Vicolo delle Vergini 13, e domani sera - sabato - c’è OLANDO PARTY, la festa ufficiale del festival organizzata dal Clandestino alla Fiera di Faenza in una struttura a dir poco incredibile, un labirinto di 3000 cassoni della frutta (grazie Agrintesa!). Tutti gli eventi C/off del Festival.

Sabato alle 18:30 l'ultimo concerto di primavera: Silvia Wakte

Abbiamo rischiato di chiudere la rassegna di “concerti in vetrina” con una pausa, in silenzio. Invece no, il pentagramma continua.
Le Talìa sono due, Silvia e Tea, chitarra e pianoforte (che poi sarebbe stata una tastiera). Sabato c’è Silvia, Tea purtroppo non può esserci: restano una chitarra (d’eccezione), una voce (molto intensa) e una manciata di canzoni al femminile (proprie e di altre). La faentina Silvia Panzavolta - in arte Wakte - porta tutta la sua esperienza da chitarrista vagabonda alla Casa del disco per organizzarci un viaggio di soul/folk/blues che inizia alle 18:30.
Se piove, il concerto è dentro al negozio, come quello della Simona Gretchen che è stata una vera emozione. (ps. da grande Simona sarà un po’ come Marianne Faithfull, no?)
Molte delle foto dei concerti fatti fino ad ora sono sulla nostra pagina Flickr e sulla pagina Facebook. Il quasi ex programma dei concerti in vetrina.

Record Store Day 2011: il concerto, le fotografie, i cupcakes

Le Protagoniste del Record Store Day @ Casa del disco: (Continua la lettura)

RECORD STORE DAY 2011: edizioni limitate [lista in pdf]

Questo sabato, il 16 aprile, è il Record Store Day, di cui abbiamo parlato l’anno scorso e anche l’anno prima quando questo sito ancora non esisteva.

Che cos’è il Record Store Day?
Manifestazione nata negli Stati Uniti atta a supportare i negozi di dischi indipendenti e non appartenenti alle catene di grande distribuzione: per l’occasione in tutti i punti vendita aderenti all’iniziativa si terranno eventi speciali come concerti, incontri e dibatti. Non mancheranno pubblicazioni speciali firmate da artisti solidali alla causa. (Continua la lettura)

Le letture della domenica: "Circus Delire"

Domenica saltiamo il classico concerto per dedicarci alle letture musicate insieme alla Casa Lettrice Malicuvata di Bologna e ai lettori creativi di Finzioni. L’incontro si chiama Circus delire: attraverso passaggi di iperboloser letture da Attraverso passaggi (malicuvata, 2011) e Finzioni – rivista di lettura creativa. Sulle note di un ukulele, un clarinetto (simone rossi) e un contrabbasso (Fabrizio Bicio Chinaglia), leggiamo per una mezz’oretta alcune storie estratte dall’annuario della Casa Lettrice Malicuvata “Attraverso passaggi” e dalla rivista Finzioni. Alle 18:30. Rituale intrattenimento gustoso del Caffé Nove100.

Attraverso passaggi” è l’annuario di Casa Lettrice Malicuvata: racconti, dialoghi, fotografie, illustrazioni, elaborazioni grafiche, linguaggi che coabitano, si cercano, si confrontano e si completano. è la vicenda umana che mostra e definisce il quotidiano fatto di avvenimenti, l’uomo interpretato in spazi utopici in definizione. Racconti di: dario falconi, simone rossi, alfio génitron, jacopo cirillo, elena marinelli, chiara reali, marta casarini iperboloser di: jacopo cirillo
musiche di: simone rossi e fabrizio bicio chinaglia.

Tango chiama Borges

Nostalgia del presente
In quel preciso momento l’uomo si disse:
che cosa non darei per la gioia
di stare al tuo fianco in Islanda
sotto il gran giorno immobile
e condividere l’adesso
come si condivide la musica
o il sapore di un frutto.
In quel preciso momento
l’uomo stava accanto a lei in Islanda.
(Jorge Luis Borges)

Dopo due concerti allo Zingarò Jazz Club insieme al Grupo Candombe, Silvio Zalmabani e Sandra Rehder prendono fiato alla Casa del disco per parlarci del loro nuovissimo lavoro - Nostalgia del Presente (Borgatti edizioni) - percorso tra suoni e ritmi del tango e dell’Argentina. Vi aspettiamo venerdì 25 marzo alle 18:30 per parlare con il musicista faentino e la cantante argentina di corrispondenze fra tango, poesia, emozioni, chiamando spesso in causa quel bel po’ di genio che fu Borges. Attenzione all’alto tasso di vino e poesia.

Granturismo, Gemma Ray, Enrico Farnedi

Questi sono i nomi dei nostri primi tre ospiti della rassegna di concerti in vetrina. La domenica di inaugurazione - il 6 marzo - c’è stato un fotografo d’eccezione, il buon caro Luca Mugellesi, che ha fatto foto a noi e a loro fissando la naturalezza dell’entusiasmo. Gemma Ray è stata invece una sorpresa last minute che ci ha coinvolto senza preavviso, un paio di foto fatte con il cellulare. Enrico Farnedi… già. Ero presa a seguire le storie delle canzoni e mi sono dimenticata di scattare pure queste due foto. Giusto due, penose. Ci perdonerà, Enrico, la fotografia è il nostro tallone d’achille.
Tutte le foto su FLICKR.
Tutte le foto su FACEBOOK.
I prossimi concerti in vetrina.

A sorpresa, una gemma

Abbiamo conosciuto Gemma Ray con “Lights Out Zoltar!”, un album dalla copertina orribile e dal titolo che ha un ché di est europa, fisarmonica e Kusturica. Niente di tutto questo. L’inglesina nata nell’Essex riesce nell’arco di 3 album a dimostrare quanto sia preziosa (che metafora di pietra). Suona come un girl group anni ‘60 che suona i Beach Boys con Lee Hazelwood e Nancy Sinatra ai cori e l’arroganza di PJ Harvey a fare da musa sul palco. Inoltre Gemma unisce un grande talento nel songwriting all’attitudine da oscura stella del soul.
Ecco, lei, Gemma, sabato 19 alle 19 (non c’è motivo di dimenticarlo) fa un’improvvisata in vetrina voce e chitarra acustica. La sera suona al Clandestino intorno alle 23 con l’organo Hammond e la batteria suonata da Matt Vetra-Ray degli Heavy Trash (e Jon Spencer?).