Casa del Disco

Casa del Disco

Corso Mazzini 38
48018 Faenza (RA)
Trovaci su Google Maps

Orari di apertura

giovedì, venerdì e sabato
dalle 10.00 alle 13.00
e dalle 15.30 alle 19.30
oppure su appuntamento

Prodotti

Servizi

Notizie

Offerta Espansa di musica indipendente a € 10

So che vi piacciono le liste: ne abbiamo un’altra di oltre 500 titoli delle migliori etichette indipendenti del mondo che offrono una parte del loro catalogo a € 10. Promotore dell’iniziativa è Goodfellas, che distribuisce e rappresenta in Italia più di 100 case discografiche straniere (per lo più americane e per lo più di ottima musica). Giusto per dare qualche nome, in ordine sparso, di chi è incluso nella lista di offerte: Jon Spencer Blues Explosion, Tortoise, Pontiak, Black Keys, John Lee Hooker, 65daysofstatic, Residents, (Continua la lettura)

Benvenuti Pijama! Soffici custodie per laptop, telefono, iPod, iPad, occhiali

Quando il tuo computer va a dormire, mettigli il Pijama! Dopo anni di corteggiamento diamo il benvenuto a queste soffici custodie fra i nostri accessori novità. Oltre alla costante attenzione per il mercato discografico, da sempre teniamo un occhio di riguardo per tutto ciò che ruota attorno alla musica e agli stili di vita (tecnologia, design e tempo libero). Dopo le cuffie Wesc, Urbanears, gli zaini Kanken e agli accessori Hi-Fun, è il momento di rivolgere l’attenzione ai Pijama!

Creato nel 2006 a Milano, Pijama è il brand che propone custodie per oggetti tecnologici appositamente pensate per chi ha un rapporto affettivo con la tecnologia. Non solo custodie per iPhone e iPad, ma anche per pc portatili e MacBook, fotocamere e hard disk, ma anche per gli occhiali! (vedi foto sotto) (Continua la lettura)

GAGARIN MARZO 2012 - PUBBLICITÀ COLLETTIVA - MARTHA PEDRON

Si è appena concluso il nostro progetto di pubblicità collettiva sul mensile gratuito Gagarin Magazine realizzato da ottobre scorso insieme ad altre attività “retrofuturiste” del centro storico di Faenza.
Ha l’onere e l’onore di chiudere l’iniziativa l’unica donna illustratrice del gruppo Martha Pedron.
Nella foto in jpg e nell’allegato in pdf l’immagine completa della pagina pubblicitaria.
Link:
* Progetto pubblicità collettiva,
* Febbraio 2012 Andrea Zoli,
* Gennaio 2012 Andrea Damiani,
* Dicembre 2011 Leonardo Albonetti,
* Novembre 2011 Francesco Mancin,
* Ottobre 2011 Nicola Montuschi.

GRAZIE A TUTTI QUANTI!!! a Gagarin e alle 10 attività partecipanti! ps. si accolgono suggerimenti per ulteriori iniziative!

Offerta Vinili Usati (3 - 5 - 7 - 10 euro)

Anteprima di primavera: quattro scatoloni di dischi in ottime condizioni di rock alternativo, elettronica e drum’n’bass in offerta a 3, 5, 7, 10 euro, e alcuni a € 15. In allegato al post la lista in pdf.

Grazie, Lucio

Sono andata via perchè rimanere sempre a Faenza
non è che mi interessasse troppo
non puoi sempre rifugiarti nella foresta nè sulla spiaggia del mare,
l’ombra si scioglie ti fa disperare
ero una ragazza un po’ nervosa ma intelligente
però di calcio non capivo niente
per questo non mi sono sposata, no
Ma io guardavo il mondo piangendo,
perché ero contenta, perché ero contenta, perchè ero contenta!

(da “Anidride Solforosa” in “Anidride Solforosa” 1974)

La notte sta morendo
ed è cretino cercare di fermare le lacrime ridendo
ma per uno come me, l’ho già detto,
che voleva prenderti per mano e
e volare sopra un tetto…
Lontano… si ferma un treno
ma che bella mattina
il cielo e’ sereno
Buonanotte, anima mia
adesso spengo la luce e così sia.

(da “Cara” in “Dalla” 1980, l’album dove c’è anche “Futura”)

San Valentino Mash-Up

Alcuni nuovi album per offrire un breve ma corposo spunto d’amore, ironia e consolazione.

San Valentino è AMORE
“Mille giorni ci dividono
l’infinito si fa piccolo
ogni goccia mia fa parte di te
puoi sentirla quando il mare non c’é.
Mille passi ci dividono
l’universo si fa minimo
la mia bocca saprá ancora di te
puoi scaldarti quando il sole non c’é!”

(da “Qualcosa per te” di Ghemon da “Qualcosa è cambiato, Qualcosa cambierà vol.2”)

San Valentino è LEGGEREZZA
“…ho avuto più volte la certezza che le borse delle donne siano portali dimensionali verso la sfera dell’entropia
quasi tutte le donne si guardano di nascosto su qualsivoglia superficie riflettente
ogni qual volta si presenti l’occasione per vedere se sono belle
se la tua donna non lo fa mai
preoccupati
potrebbe essere una vampira”

(dal libro di poesie “Ti amo ma posso spiegarti” di Guido Catalano) (Continua la lettura)

GAGARIN FEBBRAIO 2012 - PUBBLICITÀ COLLETTIVA - ANDREA ZOLI

Siamo giunti alla penultima tappa del progetto di pubblicità collettiva sul mensile gratuito Gagarin Magazine. Febbraio è il mese di Andrea Zoli - già artista e illustratore per l’Osteria della Sghisa e altre imprese culturali - ad interpretare il centro storico e le sue attività “retrofuturiste” con un tratto decisamente immediato, ironico e giocoso. Alcuni dei suoi migliori lavori sono ora in esposizione al Caffé Nove100.

Nella foto in jpg e nell’allegato in pdf l’immagine completa della pagina pubblicitaria.
Link:
progetto pubblicità collettiva,
gennaio Andrea Damiani,
dicembre Leonardo Albonetti,
novembre Francesco Mancin,
ottobre Nicola Montuschi.

Le novità della famosa etichetta Trovarobato

Bella storia: sono arrivate qui in negozio le ultime 5 produzioni del gruppo bolognese Trovarobato (etichetta discografica, booking, edizioni, produzioni radiofoniche, eventi, promozione). Non solo un’etichetta ma un vero centro gravitazionale di professionisti della discografia indipendente. Da buone fans dei Mariposa abbiamo ascoltato le ultime loro uscite e non possiamo fare altro che notare un bel filo rosso di: gusto per la sperimentazione, ironia e leggerezza, sbeffeggiamenti fra analogico vs. digitale, radici matematiche con cut+paste sonori.
Consigliate caldamente ad un pubblico che ha le orecchie grandi così.
(Nella foto: la copertina di “La Macarena su Roma” di Iosonouncane, un bell’album del 2010 targato Trovarobato)

Boxeur The Coeur - November Uniform - [elettronica + pop + arcade fire + panda bear + un cuore bolognese e uno di new york] - in concerto sabato 28 gennaio al TPO a Bologna per Electrovarobato.
Mangiacassette - Disco Interno - [cantautore senza peli sulla lingua + punk scarno + pistoia]
Sebastiano de Gennaro - Hippos Epos - [suites per videogame + studi classici + suoni retrofuturistici]
Musica Per Bambini - Dei Nuovi Animali - [system of a down + caparezza + follia elettronica]
Junkfood - Transience - [avantjazz + postrock + mathcore+ 4 romagnoli].

Ps. Gli artisti dell’etichetta regalano suonerie per la vostra sveglia.

GAGARIN Gennaio 2012 - PUBBLICITÀ COLLETTIVA - ANDREA DAMIANI

Tappa numero 4 della pubblicità collettiva sul mensile gratuito Gagarin Magazine: Andrea Damiani interpreta il centro storico e le sue attività “retrofuturiste”.

Nella foto in jpg e nell’allegato in pdf l’immagine completa della pagina pubblicitaria.

Link: progetto pubblicità collettiva,
dicembre Leonardo Albonetti,
novembre Francesco Mancin,
ottobre Nicola Montuschi.

Happy New Ear!

John Cage compirebbe quest’anno 100 anni (1912-1992). Alle sue folli idee rivoluzionarie non solo per il mondo della musica contemporanea sono dedicate quest’anno molte iniziative. Mi ha colpito la proposta di un gruppo di artisti di Rimini di celebrare Cage con “Every Day John Cage”, un curioso progetto virale che per tutto l’anno distribuisce quotidianamente nello spazio pubblico della città e in luoghi privati frammenti e materiali legati a John Cage (via radio, stampa, affissioni, etc.). Un modo semplice ma rappresentativo dei concetti di “organizzazione del caos” e “indeterminatezza” sviluppati proprio da Cage. Noi, nel nostro piccolo, gli abbiamo dedicato un bigliettino augurale da allegare ai pacchetti regalo.
Per saperne un po’ consiglio l’articolo di Sentireascoltare.
Per saperne di più consiglio la lettura del “Silenzio”.
Curiosità: nel 1958 Cage partecipa a Lascia o Raddoppia, in questo articolo Umberto Eco racconta: “Poi, rimasto senza un soldo, via Berio e Roberto Leydi, era approdato a Lascia e raddoppia come esperto sui funghi, eseguendo sul palcoscenico improbabili concerti per frullino, radio e altri elettrodomestici, mentre Mike Buongiorno domandava se quello era futurismo. Si stavano creando misteriose connessioni tra avanguardia e comunicazioni di massa, e molto prima della Pop Art.”