Casa del Disco

Casa del Disco

Corso Mazzini 38
48018 Faenza (RA)
Trovaci su Google Maps

Orari di apertura

giovedì, venerdì e sabato
dalle 10.00 alle 13.00
e dalle 15.30 alle 19.30
oppure su appuntamento

Prodotti

Servizi

L'area vinili avanza!

Ci stiamo organizzando per accogliere sempre più dischi in vinile, nuovi e usati. Piano piano, in questi mesi, restauriamo le scatole e le riempiamo di dischi per genere. Ogni settimana ne arrivano alcuni e se ne vanno altri, perciò l’assortimento sarà sempre molto variegato e variopinto :) come le copertine degli LP in vetrina. Battisti, Sonic Youth, Rip Ring + Panic, David Bowie, ZZ Top, Elvis Presley, Nic Cave, e poi Arctic Monkeys, Paolo Nutini, Verdena “Endkadenz pt.1“, Bob Dylan “Shadows in the Night” e The xx, e molti altri all’interno.

un angolo in + di OFFERTE e CD in SALDO in cicli mensili

Da oggi ci ritroviamo con un angolo di offerte e saldi in più. Si vede dalla foto, vero? C’è un po’ di tutto, CD in SALDO al 20%, CD hip hop e metal, pop e indie, grandi classici a ottimi prezzi da bottega. La cosa bella è che i CD cambieranno ogni mese (quasi) integralmente, quindi molti CD torneranno al prezzo originale e ce ne saranno altri in offerta. In soldoni, dalla fine di gennaio fino alla fine di febbraio troverete questi CD come da foto.

Comunicazioni (calde) d'ufficio

Il Natale è alle porte ed è il periodo più intenso per il nostro negozio. Ci trovate qui tutti i giorni (10-13 e 15:30-19:30), domeniche e lunedì inclusi. Come sapete c’è un po’ di tutto: CD di (quasi) tutti i generi musicali, LP (nuovi e usati), libri di musica e per bambini (in collaborazione con la Libreria Moby Dick e Mellops), giradischi Crosley Radio e Numark, cuffie Urbanears modelli Plattan e le nuove Humlan, lo speaker della Marshall Headphones (su ordinazione), zaini Fjällräven Kånken, t-shirt dei gruppi, felpe, tazze e accendini, chitarre Eko classiche e acustiche, corde e accessori.

Ce la mettiamo tutta: fiocchi e regali per tutti!

Intanto, per questo periodo pre natalizio vi auguriamo la calma e la cura della musica di Mark Kozelek, di viaggiare per “2000 miles” avanti e indietro per la città ma poi di ritornare a casa in un caldo abbraccio: https://www.youtube.com/watch?v=dPkMZJUN0oQ

(La foto della Piazza di Faenza è di Matteo Zambrini)

Notiziario autunno/inverno 2014/2015

NOVITA’ IN BREVE (in fondo al post completo il notiziario in PDF allegato)

PINK FLOYD – Endless River Una band che non ha certo bisogno di presentazioni, e un lavoro a lungo atteso che rispolvera rivedendole alcune registrazioni con il compianto Richard Wright nel periodo post Division Bell. 4 nuove lunghe e atmosferiche suite progressive, divise in più parti che portano con sé l’inconfondibile timbro e marchio di fabbrica.

FOO FIGHTERS – Sonic Highways L’ottavo album in studio della fortunata creatura di Dave Grohl conterrà “solo” 8 nuovi brani, eppure sembrano tutti singoli. La qualità è alta, un punto d’arrivo, reso possibile anche dalla produzione sapiente di Butch Vig (Garbage). Un compendio di Americana in chiave hard/alt-rock.

U2 – Songs of Innocence Passata la sorpresa dell’anomalo lancio del disco (in anteprima digitale gratuita solo su iTunes), ritornano gli U2 tanto sono stati omaggiati negli ultimi anni da band quali Coldplay, Editors, Killers ma anche Arcade Fire: stavolta sembrano restituire il favore contaminandosi a loro volta.

COUNTING CROWS – Somewhere under wonderland Tra i pochi irriducibili classic-rocker puri in circolazione, con inconfondibile sound west-coast e inclinazioni di cantautorato folk- rock alla Springsteen e Dylan, tornano sulle scene con un album all’altezza della fama.

DAMIEN RICE - My Favourit Faded Fantasy Era stato ospite a Sanremo, silente sull’uscita di questo nuovo album: dopo 8 anni finalmente è tornato il cantautore irlandese che aspettavamo da tempo. Canzoni come “Blower’s Daughter” e “Cannonball” hanno segnato gli anni 2000 con un approccio modesto, intimo e profondo.

NEIL YOUNG - Storytone “La storia di un suono” o anche “La storia di un arrangiamento” Con 10 nuove canzoni, il vecchio Neil ci fa ascoltare prima la registrazione in acustico da solo e poi la ricomposizione con un’orchestra di 92 elementi e un coro.

ROBERT WYATT - Different Every Time Corposa raccolta in 2CD dedicata all’opera del genio inglese, dai Soft Machine, Matching Mole e le numerose collaborazioni (Bjork, Cage, Eno, Gilmour, Donà)

PRINCE & 3rd Eye Girl- Plectrum Electrum Seventies, lustrini, paillettes e chitarroni hard-rock. Uno scherzo oppure l’ennesima prova di un talento eclettico e multiforme come quello del genietto di Minneapolis? A voi il giudizio, di certo da un artista del calibro di Prince ci si può aspettare tutto tranne la prevedibilità.


Gary Clark Jr. Live, Jeff Tweedy, Nickelback - No Fixed Address, Taylor Swift - 1989, One Direction - Four, etc. (Continua la lettura)

Sabato 29 ore 19 concerto in vetrina di "In.Versione Clotinsky"

Sabato 29 si conclude il “calendario collettivo di vicinato” che ha vivacizzato i 205 piedi fra corso Mazzini e vicolo Pasolini per tutto il mese di novembre. E così si conclude in bellezza anche la nostra rassegna di concerti in vetrina. Sabato alle 19 ospitiamo le In.Versione Clotinsky.

All’anagrafe si chiamano Valeria Babini, voce e chitarra e Valeria Lazzarini, voce, batteria e tastiera, ma il loro nome d’arte è In.versione Clotinsky, duo tutto al femminile dalle sonorità gentili ed eleganti. Si muovono tra folk leggero e indie-pop, con ballate cantate tanto in inglese quanto in italiano, come la deliziosa “Sublime”, contenuta all’interno de “Il CapoGranchio”, album auto-prodotto. I loro brani costituiscono una sorta di diario sonoro in continuo divenire, rinnovabile e dinamico. Ispirate da Clotinsky: un’idea, una persona, mondi altri, stanno sviluppando una propria sensibilità e personalità artistica, con intensità ed originalità. Musica su soundcloud, Pagina facebook, il video della canzone “Coming Soon”.

Tutto il calendario di sabato 29 novembre:

  • ore 16:00 laboratorio di stencil creativo e performance in strada “205 piedi mostruosi” per bambini dai 7 anni, conduce Alberto Manservisi - c/o Prometeo (vicolo Pasolini 6)

  • ore 17:30 Mostra conclusiva laboratorio “205 piedi mostruosi” - c/o Prometeo (vicolo Pasolini 6)

  • ore 18:00 Storie di birra: “Honey Christmas – Basta con i banali spumanti, festeggiamo il Natale con una birra di carattere pieno: nera, tostata, vellutata e con miele di tiglio per dare una nota invernale” - c/o The Ale House Store (corso Mazzini 39)

  • ore 19:00 In.Versione Clotinsky sono due ragazze della bassa provincia ravennate che riescono a suonare come la colonna sonora di Juno: emozioni a fior di pelle (folk-pop a bassa fedeltà) - Casa del Disco (corso Mazzini 38)

  • ore 21:30 Concerto prove pubbliche di un’erigenda orchestrina- c/o Prometeo (vicolo Pasolini 6)

205 piedi - esercizi di vicinato felice” nasce da un’idea di Casa del Disco, circolo Prometeo e birrificio Cajun/Ale House Store, estesa ad alcuni negozi vicini che hanno aderito (Alessandro Borchi Occhiali, gelateria Puro&Bio, Freesby abbigliamento, Fabiana Laghi Bijoux, Monica Zani, Mellops, La Bella & La Bestia, Caffè Nove100, Libreria Moby Dick e Clan Destino/Arbusto). Evento Facebook.

Domani inizia "205 piedi, esercizi di buon vicinato": questo weekend Francobeat, the Inglorious Family e Maze of Mirrors

La vetrina si rianima e la pioggia non ci fa paura: domani, venerdì 7 novembre alle 19, Francobeat occuperà la vetrina per raccontarci una storia bellissima fatta di canzoni: due anni di lavoro, di amicizie strette, di confidenze liberate che diventano prima melodie e poi tracce del cd “Radici” (Brutture Moderne). Le parole sono state scritte in questi anni dai disabili mentali che vivono a “Le Radici”, una residenza vicino a Riccione. Questo articolo di Repubblica ci racconta di più e questo video offre qualche assaggio.

Il giorno dopo, sabato 8 novembre, saremo aperti fino alle 22 e la vetrina ospiterà due duetti di giovani gruppi, The Inglorious Family e Maze of Mirrors. ore 19:00 The Inglorious Family provano in acustico nuovi pezzi: una chitarra scura, strofe di un mc, eppure molto groove (hip hop, rap italiano, strada) Qui un loro video. ore 21:00 Maze of Mirrors sono Kia e Ambre, 18 anni, di solito suonano davanti alla telecamera di Youtube, oggi davanti a una vetrina (indie-pop acustico ed energico) Qui un loro video

I prossimi concerti in vetrina: sabato 15 novembre ore 19:00 Braschi ha la “erre” moscia come quella di Guccini. Al secolo Federico Braschi è un ragazzo di Santarcangelo che canta e scrive canzoni, supportate dai Sacri Cuori, Calexico e JD Foster (cantautore, larghe vedute, respiro internazionale)

sabato 22 novembre ore 19:00 ETB: quattro musicisti che insieme fanno 20 corde e milioni di melodie possibili. Quanto spazio c’è nella musica? Quanti respiri ci stanno? (folk noir spazioso post-rock acustico) - c/o The Ale House Store (corso Mazzini 39)

sabato 29 novembre ore 19:00 In.Versione Clotinsky sono due ragazze della bassa provincia ravennate che riescono a suonare come la colonna sonora di Juno: emozioni a fior di pelle (folk-pop a bassa fedeltà).

Tutti i sabati di novembre il negozio sarà aperto fino alle 22 e ci sarà uno sconto privilegiato del 6% a tutti coloro che anticipano i regali di Natale!

I nostri showcase fanno parte dei “205piedi - esercizi di buon vicinato”, calendario collettivo che comprende laboratori per bambini, degustazioni di birre artigianali, mostre, visite guidate, e un sacco di altre belle cose. Gagarin Magazine ne ha parlato benissimo. Tutto il programma è nell’evento su Facebook o nel volantino allegato. Scatti fotografici a cura di Flavio Benericetti.

Così belli da sfregarsi gli occhi

Sono arrivati nuovi modelli di giradischi Crosley: oltre al modello Cruiser già in vendita in diversi colori, abbiamo disponibili il modello Executive, Bermuda e Spinnerette.

Qui un’anteprima su Vine: https://vine.co/v/Oe5pQl9BA6F

Venerdì e sabato sera a Brisighella = Borgo Indie!

E’ alle porte, signori e signore, un bel festival di 2 giorni a Brisighella. E noi avremo il banchetto (insieme a molti altri produttori e negozi indipendenti) dalle 19 alle 23, sotto il portico della Via degli Asini, l’avete presente? Non vediamo l’ora di portare i dischi, soprattutto vinili, là sotto agli archi, proprio dove la storia racconta che nel Medioevo vi dormivano gli asini che trasportavano il gesso sulle “birocce”. Il festival è Borgo Indie: concerti gratis nel Teatro, mercato di solo cose belle e una conferenza sull’innovazione. Tutte le info sul programma nel sito. Un piccolo festival di novità che speriamo diventi un appuntamento fisso nel calendario.

"Las Chicas" di Ricardo Escobar in vetrina per Argillà 2014

Ci siamo dunque, ogni 2 anni il centro storico di Faenza ospita Argillà, mostra-mercato di 160 ceramisti europei, ed esposizioni temporanee sulla ceramica contemporanea al MIC, Museo Zauli, Teatro Masini, Ridotto, Galleria Comunale e molte altre location, nei giorni 5, 6 e 7 settembre 2014. Nel fittissimo programma di mostre ci siamo anche noi, con “Las Chicas” di Ricardo Escobar, inaugurazione venerdì 6 alle 18:30. Per l’occasione apertura straordinaria domenica 7 settembre, nei soliti orari.

Venerdì, sabato e domenica la nostra vetrina si trasforma nella bacheca di un museo con cui si può interagire da vicino: in esposizione i vasi del giovane artista colombiano Ricardo Escobar. I vasi sono le sue donne, “Mis Chicas”, nati dall’argilla modellata fra le sue mani e lasciati liberi di trasformarsi nei colori e nello smalto al momento della cottura. Le chicas di Ricardo si distinguono per le forme sinuose, arrotondate, e conservano numerose sfumature di colore che richiamano sia la matericità che è in natura che la levigatezza dello smalto.

Se volete sapere chi è Ricardo, ecco qui una sua autobiografia.

Ti posso raccontare che sono nato a Manizales, Colombia il 29 marzo del ‘90, e da piccolo ho vissuto in tante città: Armenia, Neiva, Cali e Medellín in Colombia, poi Quito in Ecuador, poi Lima in Perú e Bogotá finalmente in Colombia dove ho fatto l’accademia d’arte. Dopo di che sono arrivato a Faenza per il ITS di ceramica Tonito Emiliani. Le opere che esporrò ad Argilla, a la casa del disco, sono due serie di tre pezzi ognuna, e un settimo pezzo indipendente. Ho voluto fare riflessione sulla forma e ho voluto anche lavorare sulla tecnica dei colombini per cercare queste forme. È diventata una ricerca formale molto personale in cui ho sviluppato un bellissimo rapporto con la terra, curando i suoi tempi, le sue tensioni, i suoi momenti; parlavo con lei (e lei diventava ogni volta di più donna, viva). Sempre da una nuova forma di approccio al mestiere della ceramica per me, che sarebbe la tecnologia. Per questo ho avuto la possibilità e la fortuna di lavorare assieme a Davide Servadei e alle bellissime persone che lavorano con lui in bottega Gatti. Questa possibilità mi ha permesso di sviluppare questo progetto di maniera pedagogica e di tantissima crescita.

MIS CHICAS
Opere di Ricardo Escobar realizzate alla Bottega Gatti
Faenza, Casa del Disco (C.so Mazzini 38)
5 - 7 settembre 2014
Evento Facebook

Notiziario estate 2014

NOVITA’ POP-ROCK IN BREVE (in fondo al post completo il notiziario in PDF allegato)

KASABIAN – 48:13 Un gruppo trasformista ma coerente, i Kasabian. Le riviste di mezzo mondo si sono affrettate a sottolineare la svolta dance del nuovo disco rispetto i canoni brit- rock con cui erano identificati. Invece son sempre stati là loro, nel Madchester sound di Primal Scream e Stone Roses, che aggiornano con la lezione Chemical Brothers.

COLDPLAY - Ghost Stories Anticipato da una fantasiosa campagna marketing: i fan sono stati coinvolti in una caccia al tesoro in alcune biblioteche americane a scovar i nuovi testi di Martin e soci tra vecchi libri, come in una fascinosa ghost-story. Ma i veri fantasmi del leader riguardano piuttosto la sua break-up story, la fine di un amore perduto. Tra novità electro mesmeriche à la XX, e qualche cadenza danzericcia vicina agli Avicii.

DAMON ALBARN – Everyday Robots Il titolo ci racconta la storia di una perdita di contatto umano e solitudine quotidiana, nell’odierna società tecnologica, ed è in nuce il fil rouge del lavoro dell’eclettico fautore di un pezzo di storia del pop inglese (Blur, Gorillaz) che racconta e si racconta, mettendosi a nudo come mai prima d’ora, con lo stile di sempre (pop, gospel, musica africana e beats elettronici) e la vena malinconica della maturità. Ottimo!

JACK WHITE - Lazaretto Per chi ne ha visto crescere carriera e reputazione, può ora dirlo. Jack White (ex White Stripes) è un classico. Nessuno come lui è riuscito a rinverdire, senza mai tradirla eppure svecchiandola, la grande stagione del rock n’roll- blues più autentico e viscerale e la tradizione country-rock americana. E alla seconda prova da solista fa meglio laddove nella prima prova vinceva un po’ l’esitazione, convincendo pienamente.

**PASSENGER – All the little Lights ** Si fa conoscere quest’anno con il singolo “Let Her Go”, ma in realtà è la quarta fatica in studio per il cantautore inglese ispirato dalla penna di grandi folksinger come Leonard Cohen e Paul Simon, che trova nel connubio semplicità/profondità la formula migliore per una “estremamente toccante, bellissima, fragile collezione di canzoni sulla condizione umana” (Popmatters).

GEORGE EZRA – Wanted on voyage Magari non conoscete ancora tutti il suo nome, ma sicuramente vi sarete già ritrovati a canticchiare quel gorgheggio a ritmo di country-pop che corrisponde al nome di Budapest e Cassy o’. Classe ‘93 e voce baritonale che svia sull’età; inglese, ma guarda all’America e ai suoi referenti stilistico-culturali. Critica in pugno.

ED SHEERAN - X Altro giovane cantante folk-pop inglese, ma dalla ricetta più contaminata e immersa negli umori r’n’b e soul della contemporaneità (come nel singolo Sing, produce non a caso Pharrell Williams). Con qualche differenza stilistica rispetto al primo album “+” e una marcia in più assestata verso il mainstream mondiale.


(Continua la lettura)